IMPARA IL RUSSO

Benvenuto nella nostra pagina del corso di russo di livello A1 (R1 – R2 – A2 – B1

Descrizione:
 Russo R1/R2 (A1)
I nostri CORSI BREVI DI RUSSO prevedono l’apprendimento diretto delle espressioni più usate del russo parlato e la conoscenza delle frasi più usuali della lingua russa. Questo metodo consente allo studente di sviluppare maggiormente la conversazione, apprendendo in 12 settimane (per livello) il minimo lessicale e fraseologico che gli permette di capire e di esprimere le proprie richieste ed esigenze essenziali. E’ possibile completare il percorso didattico del livello A1 di lingua russa con la frequenza di un corso R2 della durata di 50 ore accademiche che verrà attivato alla fine di questo corso.

Contenuti R1: competenze comunicative oralidialogiche e monologiche, relativamente a;

  • fare conoscenza, fare presentazioni, presentarsi
  • salutare, ringraziare, fare auguri, scusarsi, regalare
  • chiedere / comunicare indirizzi e numeri di telefono
  • fare / accettare inviti
  • informarsi / comunicare ore e date
  • chiedere / dare informazioni su di sée la propria famiglia, il proprio lavoro, i propri interessi
  • chiedere / dare informazioni sulla città, mezzi di trasporto e percorsi
  • chiedere / dare informazioni sulle condizioni meteorologiche
  • proporre / accettare programmi di svago e vacanza
  • chiedere/ raccontare come si passa il tempo libero
  • competenze comunicative scritteelementari, relativamente alla stesura:
    • di brevi lettere (secondo uno schema dato)
    • biglietti di auguri
    • faks
    • brevi testi sotto dettatura


Contenuti R2:

  • Genere e numero dei sostantivi, degli aggettivi e dei pronomi;
  • Avverbi di modo e tempo;
  • Forme e significati del caso nominativo;
  • Forme e significati del caso accusativo con e senza preposizione;
  • L’uso del caso accusativo per esprimere il complemento oggetto;
  • L’uso del caso accusativo per esprimere il moto a luogo;
  • Le preposizioni “v” e “na”;
  • Forme e significati del caso prepositivo;
  • L’uso del caso prepositivo per esprimere il complemento di stato in luogo;
  • L’uso del caso prepositivo per esprimere il complemento di argomento;
  • L’uso dei casi accusativo e prepositivo per esprimere i complementi di tempo;
  • Nozioni generali sui numerali cardinali e ordinali e loro uso con i sostantivi e gli aggettivi
  • Sintassi : proposizioni semplici, enunciative, interrogative, negative;
  • Verbo: I e II coniugazione; tempo presente; tempo passato; tempo futuro composto; uso e coniugazione dei verbi khotet’ (volere), ljubit’ (amare), moch’ (potere) e della parola dolzhen (dovere) con l’infinito.


A2:Il corso è dedicato a chi già possiede le principali nozioni di lingua russa e le strutture base. Serve per completare e appofondire la conoscenza della lingua e poter raggiungere il livello base (livello soglia).

Requisiti: conoscenza di lingua russa a livello A 1
Contenuti Approfondimento del sistema morfo-sintattico della lingua russa.

  • Principali verbi di moto transitivi e intransitivi imperfettivi senza prefisso: идти-ходить, ехать-ездить, бежать-бегать, лететь-летать, плыть-плавать; нести-носить, вести-водить, везти-возить. Uso e coniugazione;
  • Principali verbi di moto transitivi e intransitivi perfettivi con il prefisso по- ;
  • I verbi perfettivi сходить е заходить;
  • Uso dei verbi unidirezionali al passato. Confronti con l’italiano;
  • I verbi di moto senza prefisso in senso figurato;
  • Coppie aspettuali e coniugazione dei principali verbi di moto con i prefissi;
  • Significati dei prefissi при-/у-;
  • Significati dei prefissi в-/вы-, под-/от-, пере-, до-. Approfondimento degli aspetti verbali legati ai verbi di moto con i prefissi: подходить – отходить, относить – подвозить – довозить;
  • Significati dei prefissi за-, про-, oб-;
  • Significati dei prefissi раз-сь/с-сь. I prefissi в- e с- (salire, scendere);
  • Aspetti verbali: imperfettivo e perfettivo; principali significati temporali;
  • Formazione degli aspetti verbali: tramite prefissi per indicare compiutezza dell’azione, cambiamenti di stato o di azione, inizio dell’azione, limitatezza temporale, singolarità dell’azione; i suffissi –ыва- , -ива- , -ва-  , -а- , -я- per la formazione di verbi imperfettivi;
  • Uso dell’aspetto imperfettivo all’infinito dopo verbi che indicano inizio, durata e termine di un’azione;
  • Perfettivo ed imperfettivo all’infinito dopo espressioni indicanti necessità, possibilità e opportunità;
  • L’imperfettivo dopo i verbi “amare, piacere, abituarsi, stancarsi, imparare”; il perfettivo dopo i verbi perfettivi “dimenticare, fare in tempo, riuscire, essere in grado, potere”;
  • Uso degli aspetti verbali all’infinito con la negazione, particolarità nell’uso degli aspetti;
  • Principali significati dei prefissi (pro-, za-, raz, pri-, pere-) che alterano il significato lessicale con i verbi “pensare, scrivere, ricordare”;
  • I verbi riferiti allo studio e all’apprendimento;
  • Formazione ed uso dell’imperativo;
  • Significati dell’imperativo imperfettivo e perfettivo;
  • Forma смотри не + imperativo perfettivo per esprimere un ammonimento o avvertimento;
  • Formazione dell’imperativo: con давай! seguito dall’infinito imperfettivo o dalla prima persona plurale del perfettivo;
  • Situazioni comunicative con uso dell’imperativo;
  • Aggettivi qualificativi e di relazione. Forma piena e forma breve degli aggettivi qualificativi: formazione e funzione nella proposizione;
  • I gradi comparativi dell’aggettivo qualificativo (forma semplice e composta) e il secondo termine di paragone. Casi particolari, alternanza consonantica e troncamento dei suffissi;
  • Nozioni sul grado superlativo dell’aggettivo qualificativo (forma semplice e composta);
  • Discorso diretto ed indiretto, trasformazione del discorso diretto in indiretto di frasi enunciative, esortative, interrogative introdotte dai pronomi interrogativi (usati come parole sintattiche) e non;
  • Frasi coordinate: la congiunzione copulativa “i” (e), le congiunzioni avversative “a” (e, ma) e “no” (ma);
  • Frasi complesse condizionali introdotte dalla congiunzione “esli”. Periodo ipotetico della realtà. Periodo ipotetico della non realtà con il verbo al passato;
  • Frasi subordinate causali;
  • Subordinate consecutive introdotte da “poetomu” (perciò);
  • Subordinate concessive introdotte da “khotja” (sebbene);
  • Frasi secondarie complementari e proposizioni dichiarative;
  • Utilizzo delle congiunzioni “chto” (dichiarativo), “chtoby”.


B1:Il corso è dedicato a chi già ha raggiunto il livello elementare (livello sopglia) e desidera migliorare e perfezionare la conoscenza della lingua russa, raggiungendo il primo gradino del livello avanzato – B1

Requisiti: conoscenza di lingua russa a livello A2
Contenuti:

  • Terminologia sintattica relativa ai membri della frase semplice e del periodo;
  • Classificazione delle proposizioni: personali, impersonali, personali a soggetto indefinito e a soggetto generico;
  • Frasi nominative ed ellittiche;
  • Uso della punteggiatura;
  • Formazione e uso del participio presente attivo, passato attivo, presente passivo, passato passivo;
  • Funzioni sintattiche del participio;
  • Formazione ed uso del gerundio;
  • Il gerundio presente imperfettivo e il gerundio passato perfettivo;
  • Costruzioni gerundive;
  • Frasi attive e passive con i verbi imperfettivi;
  • Uso dei verbi in –ся per indicare reciprocità, verbi riflessivi ed intransitivi;
La sintassi del periodo:
  • Proposizioni coordinate con congiunzioni copulative, disgiuntive, avversative;
  • Proposizioni subordinate;
  • Frasi secondarie complementari;
  • Proposizioni dichiarative, relative;
  • Frasi soggettive e frasi oggettive;
  • La congiunzione будто (a quanto pare) per indicare dubbio; la cong. как per indicare percezione; la cong. как бы не per esprimere timore; la cong. ли per esprimere domanda o incertezza;
  • L’uso dei tempi nelle coordinate complementari;
  • Uso dei dimostrativi тот, все, каждый, любой nella principale: secondaria introdotta da кто, что;
  • Subordinate temporali, concessive, consecutive, causali, finali;
  • Periodo ipotetico della realtà;

DocentePolevik Elena
 Insegnante madre lingua, nata a Mosca e residente in Italia dal 1989, e quindi bilingue. In possesso di laurea di ingegneria chimica conseguita a Mosca e di vari titoli italiani: Certificato DITALS 1 (Università per Stranieri di Siena); Attestato di Qualifica di Mediatore Interculturale (Regione Calabria); Attestato di Mediatore Linguistico (Provincia di Reggio Calabria); Patentino Accompagnatore Turistico (Provincia di Milano).Ha pluriennale esperienza di insegnamento di lingua russa presso vari enti sia privati che pubblici tra cui: Associazione Interculturale International House; Scuola di lingue INLINGUA; Liceo Scientifico A. Volta; Liceo Scientifico L. Da Vinci.
Ha pluriennale esperienza di insegnamento di lingua italiana a stranieri presso: Associazione Interculturale International House; scuola media Frangipane; scuola elementare “Galluppi”; Istituto tecnico per Geometri “Righi”.

 

Numero partecipanti: 6 /15

Durata: 50 ore (per modulo)

Prezzo: € 215 (pagabili anche in 2/3 rate) + 50€ tassa di iscrizione

Per iscriverti o per maggiori informazioni scrivici

Puoi anche seguirci su Facebook e Twitter